Arlecchino di ventura

Nuovo progetto di Silvio Sangiorgi.

Inizio il racconto dalla fine, o meglio adesso. Il progetto Arlecchino di ventura racconta una storia impensabile nel 2007. La ventura, che significa «le cose che verranno», lo presenta attuale più che mai e con molto ancora da dire. Oggi, la sorte, il destino e qualunque altro modo lo si voglia chiamare, è presente e sfiancante nelle menti e nelle parole di tutti. Il futuro non è più così lontano, è già domani per chi vacilla.
Arlecchino? È il protagonista mandato a vivere come un essere umano e vive le “avventure” come può. Questa è l’idea da dove sono partito e lo è tuttora, ma se un tempo era il racconto di una storia il “punto”, ora il “punto” è l’attesa di un futuro.

Allora che fare?

Galleria di ritratti di maschere
Attesa, VII 2020

Lo chiediamo a una margherita?

Galleria di ritratti di maschere
Arlecchina con margherita, 2020

Una margherita simbolo dell’amore fedele e della pazienza può aiutare, mah!

Allora, Arlecchino al tempo del coronavirus?

Galleria di ritratti di maschere
Arlecchino a spasso, 2020

A spasso!


Chi muta paese, muta ventura. Così dice un proverbio e nel mio mestiere, è verità assoluta, ma con il divieto di circolazione no se pò fa nagott (non si può fare niente).

Altri ritratti, realizzati in tempi non sospetti, sembrano conoscere il futuro.

Galleria di ritratti di maschere
Arlecchino in costume da bagno, 2015
Galleria di ritratti di maschere
Solitudine di Arlecchino, 2015

Altri lo vivono con preoccupazione.

Galleria di ritratti di maschere
Arlecchino scaramantico, 2015
Galleria di ritratti di maschere
Pausa fumosa, 2015

Ci sono alti e bassi. Tra le storie felici c’è il momento del “complimento”. Si tratta del tempo che un artista prende per ricevere gli applausi.

Galleria di ritratti di maschere
Complimenti Arlecchino!, 2015
Galleria di ritratti di maschere
Complimenti Arlecchina!, 2015

Tra i momenti bassi.

Galleria di ritratti di maschere
Arlecchino galeotto, 2013
Galleria di ritratti di maschere
Arlecchina tradita, 2015

Ma siccome al peggio non c’è mai fine, ecco gli antenati diabolici.

Galleria di ritratti di maschere
Hellequin, 2015
Galleria di ritratti di maschere
Caronte Arlecchino, 2008

Queste sono solo alcune delle storie che ho realizzato in questi tredici anni, molte altre sono da scoprire.

Una storia ancora? Allora, questo è il primo ritratto di Arlecchino. È un uomo maturo, che conosce la storia e sa raccontarla.

Galleria di ritratti di maschere
Arlecchino, 2007

Mi congedo dicendovi: «Tirèmm innanz». (Andiamo avanti)